Antelao: il Re delle Dolomiti

L'Antelao è la cima più alta delle Dolomiti di Cadore, 3264 m., ed è la seconda cima delle dolomiti dopo la "regina" Marmolada. E' attorniato dai gruppi montuosi del Pelmo ad ovest, dal Massiccio del Bosconero a sud, dalle Marmarole a nord - nord est e dal Sorapiss a nord nord-ovest.

Un'ascensione al Monte Antelao, è di sicuro una tappa obbligata per tutti gli amanti della montagna e delle Dolomiti.

Si parte in macchina e si raggiunge San Vito di Cadore, un paese che si trova esattamente ai piedi del Re. Da qui, si lascia la macchina e si prosegue in seggiovia, fino al Rifugio Scotter. Si sale sulla pista sassosa e si percorrono molti tornanti in direzione della cima. Qui ci si imbatte nell'Alta Via delle Dolomiti, che passando sotto le rocce, conduce a destra alla Forcella Piccola ( 2120m). Si procede a piedi sul sentiero segnato che porta al Rifugio San Marco a 1823 m, prima di continuare a salire, conviene fermarsi a riposare per la notte.

Sull'avvallamento erboso si trovano le indicazioni per salire fino in cima all'Antelao. La marcatura rossa porta a sud, si sale in direzione della vetta, dapprima lungo un'ampia dorsale di pietre e rocce che poi si assottiglia trasformandosi in cresta rocciosa, fino a raggiungere la sommità dell'Antelao a 3111 m. dove c'è anche un bivacco.

Discesa: si ripercorre la stessa strada

Tutti articoli su Escursioni in Cadore

Prossimo articolo
icon  Al lago artificiale di Auronzo

Il lago Auronzo si è formato negli anni trenta, dopo la costruzione di una diga Enel, si trova a 830 m di altitudine e occupa una superficie di 0,3 Kmq, è profondo al massimo 47 m.

Continua... arrow right